Pillole di legalità

Social network, bullismo e cyberbullismo, maltrattamento di animali, stupefacenti, guida in stato d’ebbrezza. Sono solo alcuni degli argomenti oggetto delle “Pillole di legalità”, il contenitore della trasmissione Rai Uno Mattina in Famiglia, frutto della collaborazione tra Associazione nazionale magistrati e Rai Uno, che si è chiuso con l’ultima puntata del 18 dicembre.

L’ANM, grazie al prezioso lavoro della XV Commissione su educazione e legalità, si è impegnata ad offrire il proprio contributo tecnico nell’ambito dell’educazione alla legalità, per trattare con un linguaggio fruibile temi destinati agli adolescenti e ai loro genitori.

Le pillole” sono state autoprodotte dai magistrati che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa, sviluppate su situazioni o ipotesi di reato in cui i ragazzi, genitori ed educatori potrebbero imbattersi.

La diffusione dell’educazione alla legalità – ha spiegato Raffaella Marzocca, coordinatrice della commissione Educazione alla legalità dell’Anm, ospite su Rai Uno nel programma UnoMattinaè quello che forma le generazioni del futuro. Legalità è conoscere le regole e le leggi, essere consapevoli delle conseguenze delle proprie azioni. Il giudice non fa altro che dare una giustizia riparativa. Mentre l’educazione alla legalità è quello che può cambiare il futuro rendendo liberi di scegliere e agire per il meglio”.

Tutte le puntate sono disponibili nella sezione Multimedia della rivista.