Leggi qui, guida galattica (e)norme per adolescenti

Una guida 3.0 di educazione civica in collaborazione con l’Associazione nazionale magistrati e il contributo di tantissimi personaggi pop

Il diritto non è un’insidia, la legge non costruisce tranelli. Diritto e legge sono, piuttosto, gli strumenti di cui la nostra società, qualunque società, dispone per far sì che si possa convivere pacificamente, nel rispetto delle libertà di ciascuno. Spesso le leggi e l’educazione civica in senso lato vengono percepiti dagli adolescenti come sabbie mobili che impediscono di camminare e invece, al contrario, sono delle liane che, proteggendo i diritti di ognuno, soprattutto dei più deboli, consentono di muoverci più liberamente. Anche quando una legge ci dice di fare qualcosa, in realtà sta proteggendo un interesse più generale che consente a tutti di esprimersi al meglio. In questa pratica guida, vengono analizzate con accuratezza e competenza le tante situazioni pratiche in cui ragazze e ragazzi possono ritrovarsi, poco importa se come protagonisti o spettatori, e speriamo mai come vittime: dall’ambiente ai social, dalla costituzione alla scuola, dalla droga alla guida in stato di ebbrezza e molto altro… Ogni situazione è descritta in modo chiaro e semplice da uno studioso del diritto e commentata da un personaggio famoso della tv, dello sport, della musica, del cinema, della cultura e del giornalismo.

Curata da Ester di Napoli, Roberto Maltoni e Silvia Melandri, ideata e coordinata da Giacomo Ebner, pubblicata da Mondadori, Leggi qui è una “guida amica” da consultare in parte o per intero, di tanto in tanto o quando occorre, da soli o in compagnia. Scritta per ragazze e ragazzi, e per tutti coloro che vogliono educare alla legalità o più in generale hanno a cuore le sorti degli adolescenti: insegnanti, genitori, educatori e tutti quelli che vogliono saperne di più.

Nata per iniziativa di un infaticabile e fantasioso magistrato (Giacomo Ebner) e condivisa dall’Associazione Nazionale Magistrati, da tempo impegnata in attività di sostegno di azioni formative e informative sui temi della legalità, come spiega in apertura il presidente Giuseppe Santalucia, la guida è realizzata senza alcun fine di lucro.

Sono più di 60 gli autori che hanno aderito al progetto e partecipato al libro: Roberto Baggio, Vittorio Petrone, Carlo Verdone, Maurizio Costanzo, Giovanni Maria Flick, Enrico Mentana, Francesco Giorgino, Don Luigi Ciotti, Kristian Ghedina, Paola Cortellesi, Garrison Rochelle, Piero Angela, Maria Grazia Cucinotta, Veronica Pivetti, Francesco Totti, Kalidou Koulibaly, Giuseppe Fiorello, Anna Foglietta, Antonietta Bello, Alex Britti, Giorgio Chiellini, Eusebio Di Francesco, Antonello Venditti, Mostro, Melita Cavallo, Giorgio Tirabassi, Alessandro Roja, Sora Cesira, Rocco Siffredi, Maria Rita Parsi, Marco Parolo, Ficarra e Picone, Emma Marrone, Sandro Donati, Francesco Gabbani, Marco Falossi, Roberta Rei, Paolo Maldini, Andrea Dovizioso, Alessandro Gassmann, Claudio Amendola, Diletta Leotta, Alessandra Celentano, Rudy Zerbi, Luca Carboni, Enrico Brignano, Tony Cairoli, Gregorio Paltrinieri, Salvatore Esposito, Cixi, Alessandra Amoroso, Nicolò Zaniolo, Kledi, Gino Paoli, Maurizio Battista, Lorenzo Baglioni, Ciro Immobile, Elisa, Fabio Quagliarella, Franca Leosini, Olly, Farya ed Ego, Alessandro Preziosi, Giulia Gaudino, Max Giusti, Stefano Fresi, Edoardo Ferrario, Pierluigi Pardo, Orchestraccia, Biondo, Andrea Rivera, Rosario Fiorello, Barbara Bonansea, Danilo Soddimo, Daniele De Rossi.

Emoziona la prefazione di David Sassoli, forse uno dei suoi ultimi scritti prima della scomparsa, in cui sottolinea: “L’intolleranza nelle sue diverse forme uccide con differenti modalità. Il principale strumento che abbiamo per combatterla è l’educazione al valore del vivere assieme”. Educazione e consapevolezza, perché “la consapevolezza responsabilizza: è un dono per il singolo ma soprattutto per l’intera società”.